24 Febbraio 2017


STUDIO DE BARTOLOMEI - Commercialista a Pescara

NUOVA RIVALUTAZIONE PER TERRENI, PARTECIPAZIONI E BENI D'IMPRESA

Per le partecipazioni, qualificate o non, e per i terreni la nuova rivalutazione sarà possibile a condizione che tali beni siano posseduti alla data del 1.01.2017 esclusivamente da persone fisiche, non in regime di impresa, società semplici e soggetti assimilati, ed enti non commerciali.
Il valore rideterminato dovrà essere stabilito da una perizia giurata di stima redatta ed asseverata da uno dei soggetti a ciò abilitati, entro il 30.06.2017. Entro la stessa data i soggetti interessati dovranno provvedere anche al versamento dell’imposta sostitutiva che resta fissata nella misura dell’8% per entrambe le tipologie di rivalutazione.

Altra rivalutazione prevista è quella di beni d´impresa e di partecipazioni possedute da
società di capitali ed enti commerciali che non adottano i principi contabili internazionali.
Tali soggetti potranno procedere alla rideterminazione del costo d’acquisto dei beni di impresa, con la sola esclusione degli immobili merce, e delle partecipazioni risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31.12.2015.
Sarà possibile affrancare il saldo attivo di rivalutazione attraverso il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Ires, dell’Irap e di eventuali addizionali, nella misura del 10%.
Ai fini dell’Ires e dell’Irap il maggior valore attribuito ai beni sarà riconosciuto a decorrere dal 3° esercizio successivo (2019 per i solari) a quello con riferimento al quale la rivalutazione è stata eseguita, ad eccezione dei beni immobili per i quali il riconoscimento avrà invece effetto dal periodo di imposta in corso alla data del 1.12.2018.
Per il riconoscimento dei maggiori valori occorrerà procedere al versamento di un’imposta sostitutiva dell´Ires, dell´Irap e di eventuali addizionali, nella misura pari al 16% per i beni ammortizzabili e al 12% per i beni non ammortizzabili.


Lo Studio De Bartolomei fornisce assistenza e consulenza per l´intera procedura.
T. 085 2056462 - email: info@studiodebartolomei.it

SOVRAINDEBITAMENTO L. 3/2012: LA CASSAZIONE AMMETTE PROFESSIONISTI ED IMPRESE PERSONE FISICHE

La Cassazione è stata chiamata a pronunciarsi in una ipotesi di piano del consumatore presentato da un professionista.

Il richiedente si è rivolto alla Suprema Corte chiedendo di accertarsi, tra gli altri, la sua qualità di consumatore, in quanto seppur professionista la sua posizione
debitoria aveva tratto fondamento da rapporti contrattuali estranei all´attività professionale.

E la Corte, tra le altre osservazioni in sentenza, ha evidenziato la figura del consumatore ampliando la platea dei possibili richiedenti il piano. (Suprema Corte di Cassazione, Pres. Ceccherini – Cons. Rel. Ferro, sentenza n. 1869 del 01.02.2016).

In conclusione: anche gli imprenditori e professionisti hanno possibilità di accedere al piano del consumatore per le obbligazione assunte nei confronti dei terzi. Tali debiti devono derivare dalla propria “personalità di vita sociale” e non devono avere nessuna inerenza diretta con l’attività professionale o d’impresa.

CREDITO D'IMPOSTA PER INVESTIMENTI NEL MEZZOGIORNO

Con la Legge di stabilità 2016 è stato introdotto, per gli anni dal 2016 al 2019, un credito di imposta a favore delle imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo, nella misura massima del 20 per cento per le piccole imprese, del 15 per cento per le medie e del 10 per cento per le grandi.

Il credito d´imposta è attribuito in relazione agli investimenti realizzati a decorrere dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2019.

Per usufruire del credito è necessario che gli acquisti siano connessi ad un progetto di investimento, anche legato a contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti o attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio.

Il beneficiario può utilizzare il credito d´imposta maturato solo in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente tramite Entratel o Fisconline, pena il rifiuto dell´operazione di versamento, a partire dal quinto giorno successivo alla data di rilascio della ricevuta attestante la fruibilità del credito d’imposta.


Lo Studio De Bartolomei fornisce assistenza e consulenza per l´intera procedura.
T. 085 2056462 - email: info@studiodebartolomei.it

NOTIFICHE EQUITALIA A MEZZO PEC

Dal 1.06.2016 sono entrate in vigore le disposizioni dell´art. 14 del D. Lgs. n. 159/2015, secondo cui la notifica degli atti di riscossione di Equitalia che hanno come destinatari imprese individuali, società o professionisti iscritti in albi o elenchi, deve avvenire esclusivamente mediante posta elettronica certificata presso il loro indirizzo risultante dall´indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (cosiddetto INI-PEC).

Pertanto, Equitalia non potrà più notificare i propri atti di riscossione mediante utilizzo del servizio postale o consegna attraverso un messo notificatore.

AGEVOLAZIONI NUOVA LEGGE SABATINI

A partire dal 2 maggio 2016 possono essere presentate istanze a valere sui fondi della Legge Sabatini, nella sua nuova versione.
Le istanze dovranno essere presentate a mezzo posta certificata.
La domanda dovrà essere inviata alla banca o società di leasing prima della stipula del contratto di finanziamento.
Il finanziamento bancario o in leasing, cui è subordinato il contributo ministeriale, dovrà essere deliberato entro il 31 dicembre 2016.
La domanda dovrà far riferimento ad un’unica unità produttiva. Qualora l’impresa intenda acquisire beni riferiti a più sedi operative dovrà presentare per ciascuna di esse una distinta domanda di agevolazione.
Il finanziamento, a fronte del quale sarà concesso il contributo ministeriale, dovrà essere destinato all’acquisto di beni strumentali nuovi di fabbrica, nonché software e tecnologie digitali.


Lo Studio De Bartolomei offre consulenza in materia e gestisce tutte le procedure previste.


T. 085 2056462 - email: info@studiodebartolomei.it

FONDO GARANZIA MICROCREDITO - MISE

E' operativo il Fondo di garanzia messo a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico.
Beneficiari sono ditte individuali, associazioni, societ di persone, srl semplificate, societ cooperative, lavoratori autonomi.
Sar possibile ottenere una garanzia pari all'80,00% su finanziamenti bancari dell'importo massimo di euro 25.000,00 (35.000,00 in casi specifici).
Il finanziamento pu essere richiesto per acquisto di beni, retribuzione nuovi dipendenti, pagamento corsi di formazione.
Il rimborso dovr avvenire in 7 o 10 anni.

Lo Studio De Bartolomei fornisce assistenza e consulenza per l'intera procedura.
T. 085 2056462 - email: info@studiodebartolomei.it

news

Fondo di Garanzia: facilitazione per accesso al credito

12-10-2016 12:16 - News Generiche
[ continua ]

D. Lgs 231/2001: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti degli enti

12-10-2016 12:15 - News Generiche
[ continua ]

Sicurezza sul lavoro, incentivi alle aziende agricole

05-10-2016 16:51 - News Generiche
[ continua ]

Contributi per la nuova adesione a regimi di qualità

05-10-2016 16:49 - News Generiche
[ continua ]

Paesi black list e deducibilità dei costi

28-09-2016 09:13 - News Generiche
[ continua ]

Startup in situazioni di crisi, quali procedure seguire?

28-09-2016 09:11 - News Generiche
[ continua ]

Credito d´imposta per l´acquisto di beni strumentali

28-09-2016 09:08 - News Generiche
[ continua ]

rss

Governo italiano

Start up innovative

Con la L. 99/2013 stata aggiornata la normativa in materia di start-up innovative, che offrono una serie di vantaggi non soltanto fiscali.
Di seguito i principali:
-riduzione oneri di iscrizione Registro delle Imprese
-esenzione dal diritto annuale CCIAA
-eliminazione obblighi di ricapitalizzazione
-possibilit di acquisto e cessione al pubblico di quote della societ
-disapplicazione della normativa sulle societ di comodo
-incentivi fiscali per privati e aziende che investono in start up innovative
-introduzione del crowdfunding
-agevolazioni nella disciplina dei rapporti di lavoro
-defiscalizzazione dei piani di incentivazione per i dipendenti
-equiparazione ai soggetti non fallibili.

Le soluzioni proposte dallo Studio De Bartolomei:
-coaching e affiancamento all´imprenditore
-studio di fattibilit dell´iniziativa
-verifica dei parametri
-tariffa agevolata per i primi 2 anni
-stesura adempimenti (inps, agenzia entrate, etc)
-assistenza continuativa
-monitoraggio di bandi, agevolazioni finanziarie e finanziamenti
-assistenza nel reperimento di capitali.

Ristrutturazione del debito

La nuova procedura di ristrutturazione dei debiti trova applicazione per tutte le persone fisiche, intendendo per tali le piccole e medie imprese da una parte e i consumatori dall'altra. Ma con una peculiarit: essi devono essere soggetti non fallibili, ossia soggetti per i quali non sia gi prevista la specifica procedura fallimentare.

Al termine della procedura si otterr la sospensione di ogni azione individuale esecutiva da iniziarsi o gi in corso.

Lo Studio De Bartolomei assiste il cliente in tutte le fasi della ristrutturazione, dall'analisi inziale dell'esposizione debitoria alla redazione della proposta, fino alla conclusione della procedura stessa.

Crisi d'impresa

Il progetto di risanamento l'elemento fondamentale nel quale vengono individuate e formalizzate le modalit sulla base delle quali l'impresa in crisi intende ripristinare gli equilibri economico e finanziario, garantendosi i presupposti per la continuit.
Ai fini di favorire una gestione privatistica della crisi sono previsti due distinti strumenti che assegnano un riconoscimento agli accordi stragiudiziali conclusi tra l'impresa in crisi e i creditori :

- il piano idoneo a consentire Il risanamento dell'esposizione debitoria e ad assicurare il riequilibrio della situazione finanziaria dell'impresa (art. 67, comma 3 , lett.d) della Legge fallimentare);

- gli accordi di ristrutturazione dei debiti di cui all'articolo 182-bis della Legge fallimentare.

Lo Studio De Bartolomei garantisce assistenza in tutte le fasi della procedura, dall'analisi delle cause della crisi alla presentazione dell'accordo, o anche soltanto nella attestazione dei piani di ristrutturazione.


Per maggiori informazioni
T. 085 2056462 - email: info@studiodebartolomei.it

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]